Creative Commons License This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

Tuesday, 14 May 2013

Ismael, 14 anni, Afgano: Vittima di violenza razzista

Un ragazzo di 14 anni di origine afgana è stato attaccato lo scoro 6 maggio ad Atene da uomini vestiti di nero che gli hanno sfregiato il volto con una bottiglia di birra rotta. Qui si può vedere il video pubblicato da Médecins du Monde (Medici del Mondo) e leggere la traduzione in italiano del dialogo. 



- Mi chiamo Ismael. Vengo dall'Afghanistan e ho 14 anni.
- Che è successo quel giorno?
- Sono sceso dalla metro alla stazione Attiki e stavo andando a casa. Tre uomini mi hanno seguito, mi hanno dato un colpetto sulla spalla e mi hanno chiesto da dove venivo. Ho detto che ero afgano. Quando ho detto che venivo dall'Afghanistan, hanno iniziato a picchiarmi. Uno di loro mi ha colpito in faccia con una bottiglia di birra. Sono svenuto. Un passante mi ha visto e mi ha portato all'ospedale. E lì, siccome non ho i documenti di residenza, mi hanno dato i primi aiuti e mi hanno detto di andare. Poi sono andato da Médecins du Monde e mi hanno aiutato. Mia madre si trova in un altro paese europeo e Médecins du Monde mi ha promesso che, in collaborazione con il Consiglio greco per i Rifugiati, mi aiuteranno per il ricongiungimento familiare.
- Hai punti? Ti fa male?
- Sento dolore ovunque. Ho 5-6 punti sul naso e 10 sulla testa. È questo il paese con il suo famoso senso di ospitalità? Che cos'è questo? Adesso hanno picchiato me, bisogna fare qualcosa affinché non possano picchiare nessun'altro.
- Puoi descrivere le persone che ti hanno picchiato?
- Non ho potuto vederli molto bene. Quando ho girato la testa verso di loro, hanno iniziato a picchiarmi. Erano vestiti di nero e con lo stesso simbolo.
- Puoi descrivere il simbolo?
-Non conosco esattamente il simbolo. C'erano due rami di alloro uniti alla base e in mezzo c'era un simbolo ma non so dire che cosa fosse.
- Che lingua parlavano?
- Greco. 

L'utente Twitter @MavriMelani informa che l'unità antirazzismo della policia, creata di recente, indaga sull'accaduto.

I lettori che si chiedono cosa sia il simbolo sui vestiti degli attaccanti possono cercare su Google Immagini il simbolo di Alba Dorata.

No comments:

Post a comment